Le origini di Torre hanno avuto corso fin dal secondo millennio prima di Cristo. Dei periodi successivi vi sono tangibili testimonianze di insediamenti abitativi di epoca romana: ciò fa supporre che durante il periodo romano si svolgessero in loco i “ludi circensi” con la partecipazione degli “increpatores” (incitatori] delle varie fazioni contendenti. I giocatori venivano premiati con monete lanciate dagli spettatori. Nel Medio Evo (circa 1500 d.c.] a Torre si svolgevano le varie giostre castellane con il “Duello contro il Turco” Nel 1877 avviene un fatto fondamentale: il Comune di Pordenone pubblica un “Avviso di Concorso” per assumere un insegnante qualificato in Ginnastica. La delibera di assunzione in favore di Baldissera Giacomo (21/05/1844 – 10/08/1920), insegnante specializzato in Ginnastica, porta la data del 16 ottobre 1877. Giacomo Baldissera, oltre ad insegnare nelle scuole secondarie, aveva il compito di insegnare Ginnastica agli operai della filatura di Torre, come dimostrano alcuni atti rinvenuti nei registri contabili del Comune di Pordenone risalenti al 1885 e 1886 (fondo Archivio Storico del Comune di Pordenone). Si può datare, quindi, al 1877 l’inizio dello sport contemporaneo a Torre. Nel 1915 con lo sviluppo del Cotonificio Veneziano ci fu la nascita di attività sportive per i lavoratori, subito interrotte a causa della prima querra mondiale. Risale al 1920, grazie al capo-tecnico Nello Frasio, la ripresa dello sport organizzato nel Dopolavoro. Nel 1928 inizia l’era torresana di Mario Agosti, campione internazionale di atletica, che ottenne il record italiano di lancio del giavellotto nel 1935 e ne fu detentore fino al 1950. A lui è intitolato lo stadio di atletica di Pordenone ed è stato il primo presidente del CONI di Pordenone. Il periodo ante seconda querra mondiale fu eccellente: il Dopolavoro Torre risultava essere uno del migliori d’Italia con buoni risultati in atletica e nella pallacanestro. Prosequendo si giunge ai giorni nostri, tempi moderni in cui l’evoluzione dello sport di Torre ci regala molti campioni regionali, italiani, europei, mondiali e olimpici in diverse discipline sportive.
T.B.
Curatore della mostra

L’allestimento

L’inaugurazione

Ne hanno parlato:

I video dell’evento: