Naonian Retro-Gaming Society

 

L’Associazione Torre di Pordenone, con il progetto “Naonian Retro-Gaming Society”, sta portando avanti un piano di educazione al gioco digitale e di contrasto all’isolamento sociale.

Uno degli obiettivi che ci poniamo è di ri-creare un ambiente di scambio reale e fisico, che stimoli la socialità attraverso il videogioco e il gioco da tavolo.

Sempre più spesso avviene che i giovani, complici le nuove tecnologie, tendano ad isolarsi o comunicare attraverso dispositivi digitali. Il normale aspetto ludico della vita di tutti i ragazzi è in molti casi relegato quindi ad una dimensione “on-line”, senza avere la possibilità di concretizzarla veramente.

Non potremo mai del tutto eradicare queste problematiche, che vanno di pari passo con il progresso tecnologico, ma come abbiamo sempre sostenuto il videogioco può essere un valido strumento per far crescere un tessuto sociale. Se utilizzato nel modo corretto può permettere alle persone di stare e crescere insieme, condividere esperienze ed emozioni. Ed è per certo il media più utilizzato dai ragazzi.

Viene utilizzato dalla nostra associazione non tanto come mero svago, ma come pretesto per creare situazioni di incontro, scambio ed amicizia

I nostri associati sono molto eterogenei e vanno dagli adulti ai bambini, tra cui qualche straniero. Non sono rari i casi di genitori che vengono con i figli (sia per poter condividere un hobby insieme che per permettere ai piccoli di farsi degli amici).

Spesso accade che i primi approcci dei ragazzi siano motivati da una loro personale difficoltà a mantenere relazioni stabili: abbiamo constatato che l’ambiente che siamo riusciti a creare ha permesso a questi soggetti di prendere coraggio e inserirsi in contesti sociali nuovi, sviluppando amicizie che vanno oltre l’aspetto ludico, cosa di cui siamo molto orgogliosi.

Proprio per favorire questo genere di cose organizziamo sessioni di gioco e tornei settimanalmente, in modo da “costringere” i ragazzi a rapportarsi con gli altri. Spesso inoltre proponiamo giochi collaborativi nel quale solo aiutandosi si può completare un obiettivo: va da sé che operazioni del genere sono utilissime per i nostri scopi.

Seppure la maggior parte degli associati stia solo cercando un posto dove condividere il proprio hobby, sappiamo di ragazzi, anche molto piccoli (ma anche di giovani adulti), che hanno trovato un grosso aiuto nelle nostre attività: soggetti ansiosi/depressi, soggetti troppo introversi, o soggetti che hanno iniziato a sviluppare una forma di dipendenza da gioco (ludopatia).

Non ci limitiamo a proporre videogames; abbiamo a cuore anche i “vecchi” giochi da tavolo che per loro natura sono altamente sociali. Capita sempre più spesso che chi inizia a frequentare la nostra sede per i videogames poi si interessi anche a questo genere di giochi.

La Naonia Retro-Gaming Society inoltre è attiva anche con proposte culturali rivolte ai giovani ma non solo. Dunque un progetto a 360° verso i giovani che è un punto di riferimento per Pordenone e non solo.

Ci trovate in Via Stradelle 5c, Pordenone il Martedì 20:30 - 23:30Venerdì 20:30 - 24:00

Seguici su: