Pordenone sta diventando rapidamente la Patria degli animali disegnati.

Affrescati, al vero, in molti casi, perchè questa è la tecnica usata da Giulio Masieri, l’artista che in piena Pandemia ha immaginato l’invasione animalesca delle città rimaste vuote e poi l’ha dipinta, resa reale con la sua abilità. Animale dopo animale, sui muri di quartiere Torre e su quelli del resto della città (e oltre).

Qui sotto troverete il percorso che abbiamo creato per consentirvi di visitare tutti gli animali dipinti della nostra città: a vostra discrezione, vi potrete poi spingere anche oltre i confini comunali, perchè alcune di queste opere abitano un po’ più in là (non molto). L’idea è nata per raggruppare in un unico posto, nel caso una pagina internet, tutte le creazioni nate sull’onda del primo animale dipinto: il gatto. Potrete visitarli tutti nell’arco di un pomeriggio, alcuni sono vicini tra loro. Ps: ricordate sempre che si tratta di animali giganti: seguendo le indicazioni non potrete mancarne nemmeno uno!

La logica della mappa è quella della distanza più breve: gli animali e le relative indicazioni stradali sono messe in modo da rendere logico il percorso, il più breve possibile. Non segue dunque la cronologia delle realizzazioni, se non per il suo punto d’inizio che non poteva che essere il primo dipinto di Masieri: il gatto nel garage. Ogni dipinto è mostrato in una piccola immagine correlata di una breve spiegazione – storia al termine della quale troverete “CLICCA PER ANDARE”: cliccando si aprirà il navigatore del vostro smartphone e non avrete che da seguirne le istruzioni. Buona visione!

Lui è “L’animale Zero”: il primo, il gatto dipinto da Giulio Masieri nel posto più vicino e raggiungibile in pieno Lockdown pandemico. Il primo di una lunga serie e un’opera che prima ha fatto il giro dei Social con grande successo e poi ha spinto molti ad andarlo a cercare per vederlo da vicino. Qui sotto l’indirizzo (Via del Poz 4/I) ma attenzione: si trova alla fine di una rampa discendente che porta a garage di una palazzina (siate rispettosi dei residenti).

CLICCA PER ANDARE

Nella stessa strada sterrata dove vive il primo animale gigante trovano posto altri due bellissimi pets. Si trovano su lati diversi di quella che è una casetta in legno che funge da ricovero per gli attrezzi. il primo che vi segnaliamo è questo dolce e un po’ impaurito muso che spunta da uno squarcio nella parete.

CLICCA PER ANDARE

Dal muso del cane al pesce rosso nella vasca d’acqua. L’indirizzo rimane lo stesso. Forse l’occhio appare triste perchè vorrebbe vedere il mare, la sua vera casa…

CLICCA PER ANDARE

Realizzato da Giulio Masieri nel febbraio 2022, questo splendido Germano Reale è in ricordo di Fabiano Grizzo, scomparso prematuramente all’età di 44 anni e personaggio noto e benvoluto in quartiere Torre, da parte del fratello Eligio. Fabiano fu il primo donatore d’organo a Pordenone (cuore). 

CLICCA PER ANDARE

Questa coppia di Barbagianni, frutto del Progetto AnimaLeVie, a noi piace pensare strappi un sorriso a tutti coloro che mattino vanno verso Cordenons o alla sera vi rientrino dopo una giornata di lavoro. Si trovano infatti sulla parete di un grande caseggiato che si trova all’incrocio che da Torre porta a Cordenons. Stupendamente grandi.

CLICCA PER ANDARE

Nuova tappa, ma ancora in quartiere Torre: si fa davvero poca strada per arrivare a questa simpatica coppia di cuccioli. Il successo degli animali giganti è già evidente e Masieri è chiamato a dipingerne sulle pareti di private famiglie che vogliono avere il loro super pet. Di questi due che dire? Amorevoli!

CLICCA PER ANDARE

Giulio Masieri aveva già collaborato con l’Associazione Torre in occasione della Messa Beat. Normale quindi affidargli la realizzazione di questo cucciolone gigante che si trova a due passi dalla piazza del quartiere. Realizzato grazie alla concessione della parete dalla Tipografia Bianchettin. Per tutti è E-Tore! (un milione e 200 mila visualizzazioni su Facebook)

CLICCA PER ANDARE

Di cane in cane…splendido questo Doberman le cui dimensioni si evincono dal divanetto ai suoi piedi. L’opera è nel contesto di un’abitazione privata.

CLICCA PER ANDARE

Da un singolo soggetto ad una coppia, fino all’intera famigliola. E’ il caso di questi Germani Reali: mamma, papà e figlioli. Anche in questo caso opera commissionata a Giulio Masieri da privato.

VAI A VEDERLO

Due cani …da guardia simpaticamente posizionati vicino all’ingresso, come a vgilare sulla serenità della casa. Opera realizzata da Giulio Masieri in un’abitazione privata. Nel vostro tour siete ancora a Pordenone.

CLICCA PER ANDARE

La presenza della ragazza rende perfettamente le proporzioni di laboriose api che davvero speriamo di non avere mai di fronte così grandi! Bellissimo murale, a Pordenone, facile da trovare.

CLICCA PER ANDARE

API

vicolo acque

Non tutti gli animali giganti sono su muri di edifici e opera di Giulio Masieri. Nel contesto di AnimaLeVie Associazione Torre ha chiamato in causa due giovani artisti, uno spagnolo, l’altro locale, che hanno raccontato così due animali in un lungo murale che si trova sulla rampa d’accesso al ponte che collega le due sponde della Ss13, nella zona degli istituti Superiori della città. Il murales è stato realizzato da Marchió Lunet Matteo in arte Gafuk e Javier Clemente Artero in arte Diam

VAI A VEDERLO

ALTRI ANIMALI GIGANTI FUORI PORDENONE

A Roveredo in Piano, a pochi chilometri da Pordenone, c’è uno splendido cerbiatto gigante che fa bella mostra di sé sul muro della locale scuola materna. Una visita che vale i 5 minuti in auto che vi distanziano dalla città.

CLICCA PER ANDARE

Non sono molti i volatili presenti, almeno finora, nella lunga serie di animali giganti dipinti: a Orcenico Superiore vola questo interessante corvo. Non è su una strada principale, ma non avrete difficoltà ad individuarlo.

CLICCA PER ANDARE

Sguardo paccioccoso, quasi assonnato, sornione: Rami è il cagnone gigante “aziendale”: lo trovate infatti sui muri della Raminelli di Azzano Decimo che si occupa di ferramenta e materiali edili.

CLICCA PER ANDARE

Un ultimo sforzo e avrete completato il grande slam: l’ultimo (per ora) è un altro maxi cagnolone: per arrivarci dovrete portarvi fino a San Giorgio al Tagliamento, nel portogruarese. Ma se avete fatto 99…

CLICCA PER ANDARE

NOI TI CONSIGLIAMO QUESTO PERCORSO (farai meno strada)