TorrEspone: è il momento dei restauratori

Ai primi di ottobre si tiene al quartiere Torre una delle ultimissime sagre della nostra provincia.
Si tratta dei festeggiamenti dedicati alla Madonna del Rosario e, a Torre, riscoperti da qualche anno grazie all’operato delle Associazioni del quartiere.

In questo contesto, il 5 ottobre alle 17.30, l’Oratorio della Chiesa dei Ss Ilario e Taziano ospiterà due appuntamenti culturali incentrati sulla figura di Giovanni Antonio De Sacchis, il pittore meglio noto come “Il Pordenone”.

Si inizierà alle 17.30 con la conferenza intitolata “Le vicende e i restauri della pala di Torre”, con la presentazione del libro dell’illustratore e restauratore Alberto Magri “La casa del Pordenone”.

Seguirà l’inaugurazione ufficiale della mostra “L’arte del restauro”, a cura di Giancarlo, Alberto e Massimo Magri.
Quest’ultima poi visitabile dal 5 al 13 ottobre.

Di fatto quella di Torre sarà la prima presentazione ad una vasta platea del lavoro di Magri che ha si già illustrato il libro a Pordenonelegge, ma in appuntamento mattutino dedicato alle scolaresche.

“La casa del Pordenone” racconta la scoperta dello studio del pittore, in centro città, da parte di Giancarlo Magri che poi, con l’aiuto dei figli Alberto e Massimo, ha lavorato al restauro di quanto scoperto, completando il complesso intervento quest’anno.
Il volume, illustrato, esplora quella che fu la casa pordenonese del pittore, scoperta dal pittore e restauratore Giancarlo Magri ormai 30 anni fa.

Ad una parte completamente illustrata che racconta la vita del De Sacchis e i suoi tempi, se ne unisce una seconda che prende spunto invece dal lavoro di altri professionisti.

In “L’arte del restauro”, i visitatori avranno il piacere di scoprire la complessa arte padroneggiata dai tre Magri.
Interventi spesso lunghi e complicati, ma capaci di ridare l’originale splendore ad opere minate dal tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.