TorrEspone: alla scoperta de “Il Pordenone”

La Pala di Torre: Conti, Monsignori e l’artista è il titolo del nuovo appuntamento per il nostro quartiere proposto da Associazione Torre.

Per far conoscere meglio la preziosa pala del pittore cittadino, “Il Pordenone”, che dimora da sempre nella chiesa dedicata ai SS Ilario e Taziano, nel quartiere i torresani ne troveranno tracce seminate qua e là, a partire dal mese di giugno.

E’ TorrEspone che, fino ad ottobre prossimo, proporrà anche una serie di incontri aperti a tutti.

Si comincia alle 20.30 di venerdì 7 giugno all’Anfiteatro Bastia del Castello di Torre, con la rappresentazione teatrale “Odissea” allestita dai ragazzi dell’Istituto Isis Zanussi di Pordenone.
Un primo omaggio al “Pordenone” chiamato a Ferrara nel 1538 con il compito di ideare una serie di cartoni preparatori di arazzi che dovevano raccontare l’Odissea.

Il 5 ottobre, alle 17.30, l’Oratorio della chiesa dei SS Ilario e Taziano sarà sede della conferenza intitolata “Le vicende e i restauri della pala di Torre”.
Una storia che fu, per certi versi, travagliata.

L’appuntamento sarà anche occasione per presentare il libro dell’artista restauratore Giancarlo Magri dedicato ai luoghi “ritrovati” del Pordenone.

La stessa sera seguirà anche l’inaugurazione della mostra di Magri che poi rimarrà visitabile fino al 13 ottobre: “Il restauro delle opere del Pordenone”.

Da ottobre, all’ex vetreria Valeri di Via Piave, sarà poi visitabile la mostra laboratorio “Lo studiolo del De Sacchis e le idee di Leonardo”, in collaborazione con Uet – Giardino Educativo delle sorprese, Aas5 Pordenone e Istituto Comprensivo di Torre.

Nella speranza di vedervi numerosi…a giugno!